Superfood cos’è?


I superfood sono alimenti, non integratori alimentari perchè mantengono TUTTE le proprietà nutrizionali complesse dell’alimento e non una singola parte, molecola o componente.

 

Ma perchè alcuni sono semplici alimenti ed altri dei superfood? A differenza degli alimenti in generale, sono dotati di:

  • spiccate proprietà benefiche per l’organismo come la capacità antiossidante, la capacità di regolare i processi biochimici, antinfiammatoria, plastica
  • un elevato contenuto in vitamine altamente assimilabili, sali minerali, fibre, enzimi, fitonutrienti, acidi grassi, ecc…

Quali sono i superfood?

  • colore rosso-blu: acai, acerola, rosa canina, bacche di goji, lamponi, melograno, more, mirtilli, ribes, uva rossa… perchè contengono gli antociani e bioflavonoidi che sono molto attivi nel proteggere i vasi sanguigni oltre ad avere spiccate proprietà antiossidanti.
  • colore verde: spirulina, clorella, erba d’orzo e di grano contengono tantoa clorofilla che ha azione altamente alcalinizzante e quindi va a preservare l’acqua intra ed extracellulare. Mica male?
  • colore arancione-giallo: curcuma, guava, papaya che contengono tantissimi carotenoidi che difendono dall’azione nefasta dei radicali liberi.

Ovviamente per poter essere considerati dei superfood, si deve tener conto anche della modalità di produzione di questi super cibi ovvero devono per forza provenire da coltivazioni biologiche certificate, subire un processo di lavorazione veloce che vada a rispettare i valori nutrizionali dell’alimento. Cosa intendo dire con questo?

Tempi di raccolta veloci, modalità di raccolta che non deve andare a schiacciare o rovinare i frutti o le bacche, lavaggio degli stessi, asciugatura e ovviamente liofilizzazione nel caso in cui provengono da zone lontane.

La liofilizzazione è il processo di conservazione che più si avvicina al prodotto fresco perchè gli alimenti di piccole dimensioni vengono prima surgelate ovvero entro 4 ore la temperatura al cuore del prodotto deve arrivare a -40°C. In tal modo i cristalli di ghiaccio che si formano sono così piccoli che non vanno a bucare le pareti cellulari del vegetale (cosa invece che avviene con il congelamento). A questo punto il prodotto surgelato viene sottoposto alla sublimazione, ovvero si fa passare l’acqua dalla fase ghiaccio al vapore senza passare per la fase liquida e questo lo si ottiene applicanddo il sottovuoto e temperature di circa 40°C. Il vantaggio è lasciare intatte le vitamine e sali minerali che si degradano a partire da temperature di 90°C, cosa che avviene con l’essiccazione.

Non devono essere presenti conservanti come l’anidride solforosa (E220-221-222) perchè tossica per il fegato e quindi non avrebbe senso il beneficio dei superfood. In particolare mi è capitato di osservarlo in moltissime confezioni di bacche di goji la presenza di questo conservante.

Quindi come vedi si fa preso a dire superfood, ma prima di acquistarli verifica la coerenza di queste cose. Anche perchè non li regalano mica i superfood!

Se ti è piaciuto l’articolo scrivimi un commento qui sotto e dimmi se anche tu includi nella tua alimentazione i superfood.

by Berenice

Sito consigliato:

www.cosmesivegana.it

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *